Caro leader, sorridi e il mondo ti sorriderà. Quanto c’è di vero?

Le neuroscienze l’hanno dimostrato da tempo, ed empiricamente tutti noi l’abbiamo più o meno vissuto sulla nostra pelle: gli umori dei leader influenzano le emozioni di coloro che li circondano. Questo accade perché il sistema che governa le nostre emozioni è un sistema a circuito aperto, ovvero risente delle connessioni con le altre persone. Ora non dovrebbe essere una sorpresa per nessuno che la risata, e l’allegria che sprigiona, è la più contagiosa delle emozioni. Ma non tutti forse sanno il perché accade: semplice, siamo progettati così.

Gli scienziati affermano che questa dinamica si è radicata nei nostri cervelli sin dalla preistoria, quando sorrisi e risate contribuivano a cementare relazioni e alleanze, favorendo la sopravvivenza della specie umana.


Sorge spontanea una domanda: se le cose stanno così, allora possiamo dire che con il buon umore si risolve tutto? No. Mi spiace non è così. Siamo davanti a quella che in matematica si definisce condizione necessaria, ma non sufficiente.


Se è vero che l’umorismo accelera la diffusione di un clima positivo è vero anche che sorrisi e buon umore sono efficaci, solo quando sono genuini.

Quindi? Quindi non perderti il mio ultimo post su Accademia della Felicità