Storie di lucciole, potenziale e team

Sapete qual è il fattore principale da cui dipende la capacità di massimizzare le prestazioni di un gruppo, e quindi la qualità del suo prodotto? L'elemento principale è la capacità dei membri di raggiungere uno stato di armonia interna tale da consentire a ciascuno di valorizzare appieno il proprio e l'altrui talento.

Vi racconto una storia.

Il professor Smith stava scrutando un isolotto di mangrovie quando, all’improvviso, l’intera chioma dell’agglomerato brillò e poi tutto si fece buio. Poco dopo, come spesso accade, il lampo apparve di nuovo. L’agglomerato di piante brillò ancora e poi tutto tornò buio un’altra volta in tre secondi. Quindi, in un unico attimo al limite dell’incredibile, tutti gli isolotti di mangrovie lungo la sponda del fiume brillarono inaspettatamente all’unisono. Ogni singola pianta su un unico lato del fiume per una lunghezza di 300 metri emetteva un bagliore e si spegneva esattamente nello stesso momento. Quando tornò a casa il dottor Smith scrisse per una rivista scientifica un articolo sulla scoperta delle lucciole sincrone. Il professor Smith però non fu creduto. I colleghi biologi denigrarono la storia, sostenendo che fosse solo frutto della sua fantasia. Perché mai le lucciole maschio avrebbero brillato all’unisono, riducendo in questo modo le probabilità di distinguersi agli occhi di potenziali compagne?

E adesso, grazie alla scienza moderna, sappiamo anche come perché. Di fatto, sembra che questo misterioso comportamento abbia per le lucciole uno scopo evolutivo. Quando le lucciole brillano in modo casuale, la probabilità che una femmina risponda a un maschio nei profondi e bui recessi di una foresta di mangrove e del 3% ma quando le lucciole brillano insieme, la possibilità di risposta delle femmine e dell’82%”.

Perché vi ho raccontato questa storia? Scopritelo leggendo il post completo!